Menu

F1 Evolution – Finalissima!

7° e ultimo round di questo straordinario campionato che ci ha portati indietro nel tempo, ripercorrendo la storia della F1 nei suoi tratti più essenziali, e che adesso ci riporta a Monza dopo 47 anni dal 1° round in una pista radicalmente cambiata e con un’auto, la Ferrari F138, non straordinaria per i suoi risultati ma che segna la fine di una breve era tecnica della F1.

Situazione in classifica?!
Tutto è ancora aperto tra De Simone, Giannone e Saladdino, ma è chiaro che quest’ultimo con la vittoria a Imola ha messo una bella ipoteca sulla vittoria finale. Tuttavia i punti di distacco sono ancora pochi e tutto può succedere, soprattutto in questa gara, in cui le strategie ai box e gli intrecci con la SC potranno farsi sentire notevolmente. Senza considerare il fatto che quest’auto è molto più sensibile ai danni rispetto a quelle precedenti: un singolo errore, anche un semplice bloccaggio prolungato, può costare veramente caro!

Classifica Piloti


La F138 fu la monoposto della Scuderia Ferrari nell’anno 2013. Guidata da Alonso e Massa, soffrì molto contro una Red Bull praticamente imbattibile. Alonso riuscì comunque a portarla al 2° posto in classifica superando di gran lunga il suo compagno di squadra che concluse solo 8°. Inutile sottolineare le capacità di Fernando, 2 volte campione del mondo in competizione con un certo Michael Schumacher, che ancora oggi regala spettacolo a bordo di una McLaren-Honda a dir poco imbarazzante, soprattutto nella power unit. Speriamo possa tornare presto su un auto degna per le sue abilità, in modo da ristabilire ordine nel marasma generale a cui assistiamo nella F1 odierna, mettendo a tacere i vari Hamilton, Vettel, Verstappen, ecc, piloti capaci sì, ma non con la stoffa del super campione, come Fernando. Se non si è capito, Alonso è per me il miglior pilota di F1 in circolazione attualmente. Ma queste sono opinioni personali che è meglio non approfondire per non attirare antipatie, soprattutto da parte dell’admin! 🙂

Addio mondo!
Ce li hanno tolti, così, senza pietà… il 2013 fu l’ultimo anno in cui si è potuto ascoltare la ‘musica’ meravigliosa dei motori V8. Dal 2014 in poi si passò ai turbo V6 di cilindrata minore ma potenziati da una power unit elettrica molto più sofisticata con l’introduzione dell’ERS, come sviluppo del KERS già presente nel 2013.
Ultimo anno in cui vediamo anche i musi alti! Concezione aerodinamica volta ad aumentare l’effetto suolo.
Insomma seppur si parli di soli 4 anni fa, quest’auto rappresenta nel suo piccolo l’ultima bandiera di una F1 ormai storica potremmo dire.

Aerodinamica esagerata!!!
Col tempo la F1 ha cominciato ad investire sempre più sull’aerodinamica, riuscendo a incollare le auto a terra e a raggiungere velocità elevate anche con potenze minori. Basti pensare che la Lotus 98T montava 1200 CV in qualifica, raggiungendo le stesse velocità che potava raggiungere una F138 con molta minore potenza! (http://www.speeddevils.it/it/f1-evolution-lotus-98t-un-turbo-1200-cv/)

Attenzione alla strada, ma non solo…
I nostri piloti in questo round dovranno non solo prestare attenzione alla guida, ma anche gestire KERS e DRS! Insomma siamo nella F1 moderna, guidare ormai per un pilota di F1 significa anche questo!

Pit veloce, velocissimo!
Assetto Corsa ha velocizzato notevolmente il cambio gomme su questa vettura, cercando di simulare al meglio la realtà che oggi vede lo svolgersi di un pit in poco più di 2 secondi!
Questo aspetto potrebbe avere la sua rilevanza nell’elaborazione di una strategia vincente per la gara!

Si chiudeeeee!
Insomma, senza prolungarci con altre chiacchiere, prepariamoci al finale di campionato e ad inaugurare il primo vincitore del campionato F1 Evolution! In bocca al lupo a tutti i piloti!


Alessandro Filippello

Sostieni Speeddevils.it

Sostieni il nostro portale con una donazione spontanea! Support us

Blancpain Gt Series 2016 – Hungaroring

Siti Partner

SimRacing Community Italiana attiva dal 2014